Parco

Il 28 ottobre 2010 nella Sala Consigliare di Fossacesia 45 persone favorevoli al Parco Nazionale della Costa Teatina (sindaci, assessori e consiglieri comunali, consiglieri regionali, imprenditori turistici, associazioni di categoria, sindacati, ricercatori universitari, cooperative giovanili, giornalisti, associazioni ambientaliste e culturali) sottoscrivono un documento su 10 punti e nasce la Costituente per il Parco Nazionale della Costa Teatina con l’obiettivo di arrivare all’istituzione del Parco poiché lo si vede come modello per uscire dalla crisi e ridare un futuro ed un benessere durevole a questo territorio.
 
Noi sottoscritti cittadini, amministratori, imprenditori, rappresentanti di categoria, sindacalisti, ambientalisti preso atto della crisi economico, sociale ed ambientale che stiamo vivendo, consapevoli della necessità di pensare (attuare/sviluppare/porre in essere) un nuovo modello di produrre, consumare e vivere insieme nella diversità e nel rispetto reciproco che conduca il nostro territorio verso un BENESSERE DUREVOLE che restituisca dignità al lavoro, diritti alle persone (cittadini/lavoratori), valore ai luoghi, alle risorse naturali, paesaggistiche, storiche e culturali, creando competitività per le imprese produttive restituendo un futuro alla nostra Comunità,
VogliAmo il Parco (Nazionale della Costa Teatina) per
  1. Cambiare il modo di produrre energia, riducendo il consumo energetico ed avviando la transizione per abbandonare le fonti fossili, aumentando l’efficienza energetica (nell’impresa, nel pubblico, nelle abitazioni private), la produzione di energia da fonti rinnovabili, sviluppando la tecnologia per le rinnovabili e per l’efficienza ecologica.
  1. Ripensare il modo di spostare merci e persone verso un sistema di trasporti intermodale, integrato e sostenibile per gli ecosistemi naturali e per l’ambiente, migliorando la mobilità lenta, l’accessibilità il trasporto su rotaia delle merci e delle persone, diminuendo la frammentazione ecologica.
  1. Preservare le specie animali, vegetali, gli habitat e la loro funzionalità ecologica (e la biodiversità in generale), conservando e ripristinando i “servizi ecosistemici” che la Natura fornisce all’uomo gratuitamente (es. fotosintesi, autodepurazione, regimazione delle piene, stabilizzazione “prevenzione frane”, erosione costiera e spondale per i fiumi, principi attivi dei farmaci).
  1. Migliorare la salute umana (qualità dell’aria, dell’acqua, del cibo).
  1. Bloccare il consumo di suolo, l’urbanizzazione e l’antropizzazione che gli strumenti ordinari della pianificazione territoriale non riescono a bloccare.
  1. Difendere e valorizzare il nostro Patrimonio Storico e fare Cultura.
  1. Valorizzare l’agricoltura” ridandogli un ruolo e un futuro, lavorando verso la multifunzionalità, la qualità, (l’aumento/aumentando del/il valore aggiunto ai prodotti della terra), la “filiera corta”.
  1. Sviluppare il Turismo Verde (Natura/Ecoturismo), il Turismo Enogastronomico, il Turismo dello sport e le attività commerciali e di servizi ad esse legate destagionalizzando e allungando la stagione degli arrivi creando nuova occupazione.
  1. Valorizzare i saperi diffusi e recuperare le tradizioni (culturali/popolari contadine e marinare) per ri-costruire e tornare ad essere una Comunità vera.
  1. Promuovere e Programmare, insieme, il nostro territorio come Sistema in Europa e nel Mondo intercettando in modo prioritario le risorse europee destinate agli stati membri per tornare competitivi e raggiungere non la crescita e lo sviluppo ma livelli di benessere durevoli.
Consapevoli di queste necessità e della impossibilità di perdere altro tempo diamo vita allaCOSTITUENTE PER IL PARCO NAZIONALE DELLA COSTA TEATINA

Prime Adesioni 
Maria Rita D’ORSOGNA, ricercatrice abruzzese;
Angelo STANISCIA, “papà” del Parco Nazionale della Costa Teatina
Fausto STANTE, Sindaco di Fossacesia;
Domenicantonio PACE, Sindaco di Torino di Sangro;
Andrea Rosario NATALE, Assessore all’Ambiente, Comune di Fossacesia;
Fabrizio D’AMARIO, Assessore Politiche Sociali, Comune di Fossacesia;
Alba BRIGHELLA, Vice-Sindaco Comune di Mozzagrogna;
Sergio TORTELLA, Assessore all’Ambiente, Comune di Torino di Sangro;
Anna SURIANI, Assessore all’Ambiente, Comune di Vasto;
Marco MARRA, Assessore Politiche Sociali Comune di Vasto;
Lara POLSONI, Consigliere Comunale Fossacesia;
Raffaele TIRO, Consigliere Comunale Rocca San Giovanni;
Fabio SMARGIASSI, Consigliere Comunale Vasto;
Tommaso PAGLIANI, DSA – Consorzio Mario Negri Sud;
Riccardo MANCINONE, Soc. Coop. Terracoste;
Tony DI MONTE, Camping Sangro;
Renato DI NICOLA, Abruzzo Social Forum;
Ines PALENA, Presidente WWF “Costa Teatina e Zona Frentana”;
Fabrizia ARDUINI, Coordinamento per la Tutela della Costa Teatina;
Michele MARCHIOLI, Ada SINIMBERGHI, CGIL Chieti;
Lino SALVATORELLI, ARCI Comitato Provinciale Chieti;
Francesca CIANCI, ARCI Circolo di Vasto-San Salvo;
Paola NATALE, ARCI Circolo Basso Sangro;
Luciano DI TIZIO, Società Herpetologica Italiana, Sezione Abruzzo e Molise;
Stefano DE RITIS, Stazione Ornitologica Abruzzese;
Emilio Pio CARAVAGGIO, Sos Costa dei Trabocchi;
Mauro MARRONE, Pro Loco di Fossacesia Marina;
Orlando VOLPE, Nuovo Senso Civico;
Sandro CIANCI, Piccolo Teatro del ME-TI;
Roberto NARDONE, Zona 22 San Vito, San Vito Bene Comune;
Alessio DI FLORIO, PeaceLink;
Roberto PAOLINI, CambiAMO Fossacesia;
Maurizio ACERBO, Consigliere Regionale;
Walter CAPORALE, Consigliere Regionale;
Franco CARAMANICO, Consigliere Regionale;
Alex CAPORALE, già Consigliere Provinciale di Chieti;
Maria Lucia SANTARELLI, Animalista;
Barbara ANTONUCCI, Avvocato;
Claudio ALLEGRINO, Coordinatore Provinciale Guardie WWF;

Mario CAMILLI;
Carmine TOMEO;
Ivana SILVERI;
Maria Laura PIERINI;
Mariella IANERI;
Maria CELENZA.

L’Azione propositiva 
 
La Costituente si prefigge di elaborare su basi scientifiche e tecniche, acquisite le cartografie regionali del Piano Paesistico Regionale, i Piani Regolatori Generali dei Comuni e gli studi realizzati dalle Università d’Abruzzo e dalle associazioni, una proposta organica che comprenda tutti i Comuni della cosiddetta Costa Teatina definendo la perimetrazione del Parco Nazionale.

La Proposta suddivisa su base comunale sarà presentata nei Consigli Comunali compresi nel perimetro per farli esprimere in merito arrivando ad una definizione condivisa della perimetrazione per ogni singolo Comune.
Contestualmente saranno organizzati momenti di dibattito, confronto, sensibilizzazione sul modello “Parco Nazionale”, di chiarimento e dibattito sui dubbi e i “falsi miti negativi” e di approfondimento sulla Proposta Complessiva di Perimetrazione che sarà supportata da una petizione.
Per adesioni: costituente.costa.teatina@gmail.com o via fax 0872.622237 (Comune di Fossacesia)

CLICCA PER ANDARE SUL SITO DELLA COSTITUENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...